Quasi ultimata questa nuova piccola Torre accanto a Corso Como.

Corso Como Place, recuperando i 22.000 mq dell’isolato tra via de Tocquevillle e via Bonnet, si presenta come il nuovo step della riqualificazione urbana di Porta Nuova. L’intervento consente di ricucire lo spazio pubblico tra Fondazione Feltrinelli con Eataly, corso Como e piazza Gae Aulenti attraverso percorsi pedonali e ciclabili.

Dalla demolizione dei 68m del Pirellino (ex sede Unilever) progettati da Francesco Diomede e Giuseppe e Carlo Rusconi Clerici nel ’62, nasce una nuova torre per uffici che conta 21 piani per 70 m di altezza a cui si affiancheranno i 4.000 mq del Podium adibiti ad uso commerciale e terziario.

Rifacendosi al The Edge di Amsterdam, la torre Bonnet punta a essere il primo complesso per uffici a Milano a ottenere il Well Building Certificate, documento che valuta il modo in cui il design, i servizi e i comportamenti all’interno degli edifici influiscono positivamente sulla salute delle persone in base ai criteri di benessere psicofisico, comfort, movimento e qualità della luce, dell’alimentazione, dell’acqua e dell’aria. Seguendo lo standard internazionale Nearly Zero Energy Building, l’edifico verrà alimentato per il 65% con fonti rinnovabili, verranno ridotte le emissioni di CO2, e garantite alte prestazioni energetiche. Le scelte progettuali, organizzative, tecnologiche e materiche garantiranno all’intervento la certificazione LEED Gold.

Le mie foto mostrano lo stato attuale, le ho scattate il 22.05.2020

Di Paul Pablo

Nella vita ho sempre avuto molti interessi e non ho mai visto il mondo per com’è nella realtà, ho una mia visione molto personale delle cose... Questo mio modo di essere influenza tutto ciò che faccio, come le foto che realizzo, che per una sfida personale sono tutte scattate con iphone, non con reflex professionale. Mi piace l'istantaneità, rendere subito un'idea nel momento in cui la mia mente la elabora, quindi scatto le mie foto e le postproduco all'istante, utilizzando moltissime app che mi permettono di dare la mia visione del soggetto. Circa due anni fa ho deciso per gioco di attivare una mia pagina su Milano, da quel momento non mi sono ancora fermato, è stato un susseguirsi di tante esperienze una più stimolante dell'altra ed ora la mia Nati per vivere a Milano è una testata che propone tutti miei contenuti originali: foto, video e dirette. Sono quindi diventato un blogger imparando sul campo, ora ho il grande privilegio di curare le dirette di altre due pagine molto importanti come Milano Panoramica e Milanoevents.it. Mi piace raccontare la mia città, di cui sono molto orgoglioso, avendo mezza famiglia negli Stati Uniti, vivono a New York da sempre, ritengo di poter sostenere che Milano sia l'unica vera city italiana e l'unica città internazionale d'Italia. La fotografia per me è una visione personale di un attimo reale, deve sempre esprimere un'idea, avere un elemento particolare, raccontare un punto di vista, mi spiace non sono un seguace del realismo fotografico, per quello c'è la street view di google...

Rispondi