Vai al contenuto

La trasformazione dello Scalo Porta Romana

L’area cittadina che subirà il cambiamento più grande in occasione delle Olimpiadi Invernali 2026 è sicuramente lo Scalo Porta Romana, dove verrà realizzato il Villaggio Olimpico!

Se fossi un investitore immobiliare, comprerei subito qualche appartamento in quella zona, il valore di certo crescerà in modo esponenziale in questo quartiere nei prossimi anni grazie a questo evento unico per Milano!

Il progetto di riqualificazione degli ex scali ferroviari milanesi è stato avviato nel 2005 e nel 2017 è stato firmato un Accordo di programma tra Comune di Milano, Regione Lombardia, FS Italiane, con Rete Ferroviaria Italiana, FS Sistemi Urbani e Savills Investment Management.

Come sarà
Ecco com’è oggi
il mio video

Di seguito le notizie aggiornate, direttamente dalla Testata giornalistica Milano Today:

Non c’è ancora un progetto dettagliato ma la stazione dei treni di Scalo Romana sarà parte integrante dell’area dato che, grazie all’interramento dei binari per una lunghezza di circa 100 metri. In pratica verrà costruita una sorta di “collina verde” in grado di collegare la stazione con il nuovo quartiere della Fondazione Prada con la Metro della linea 3. “In questo modo si potrà andare a piedi dalla metro Lodi Tibb in direzione Fondazione Prada”, ha dichiarato l’assessore all’urbanistica Pierfrancesco Maran. Ma non è il solo intervento: “Verrà poi fortemente ammodernata la stazione ferroviaria esistente creando i collegamenti con quella di M3”, ha precisato Maran

Entro fine gennaio, inoltre, l’ex scalo ferroviario nel cuore di Milano sarà messo sul mercato scatterà la manifestazione di interesse per la ricerca di un investitore che svilupperà il progetto. “Speriamo di assegnare lo scalo al migliore offerente entro il mese di giugno di quest’anno”, ha chiosato l’amministratore delegato di Fs Sistemi Urbani, proprietaria dell’area, Umberto Lebruto, nel corso di una commissione consiliare a Palazzo Marino.

I lavori stanno procedendo: “Fs sta concludendo le analisi per le bonifiche dell’area”, ha precisato Lebruto, “in modo che l’investitore saprà già quanto gli costeranno. Così come tutti i lavori inerenti ai binari e alla stazione saranno in capo al mondo ferroviario, che libererà l’investitore di questi vincoli”.

L’area sarà messa sul mercato in un unico lotto e il cronoprogramma prevede che il villaggio olimpico venga costruito e ultimato a giugno 2025. Le residenze, successivamente, verranno trasformate in alloggi per universitari: saranno in grado di ospitare 1.260 studenti con 70 camere singole e 630 camere doppie.

Immagine di Milano Today

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: