Vai al contenuto

Le stagioni viste attraverso gli alberi del Bosco Verticale

A Milano abbiamo il privilegio di ospitare il Grattacielo eletto il più bello e innovativo del mondo nel 2015 e come parte dei «cinquanta grattacieli più iconici del mondo» nel 2019:

Il Bosco Verticale!

È un complesso di due palazzi residenziali a torre progettato da Boeri Studio (Stefano Boeri, Gianandrea Barreca e Giovanni La Varra) situato nel Centro direzionale di Milano, ai margini del quartiere Isola.

Peculiarità di queste costruzioni, ambedue inaugurate nel 2014, è la presenza di più di duemila essenze arboree, tra arbusti e alberi ad alto fusto, distribuite sui prospetti. Si tratta di un ambizioso progetto di riforestazione metropolitana che attraverso la densificazione verticale del verde si propone di incrementare la biodiversità vegetale e animale del capoluogo lombardo, riducendone l’espansione urbana e contribuendo anche alla mitigazione del microclima.

Ecco come sono le stagioni viste attraverso gli alberi di questa meraviglia milanese!

La torre De Castillia e la torre Confalonieri: alte rispettivamente 110 e 76 metri (26 e 18 piani) e collegate per mezzo di un basamento ad ambedue le strutture, sono caratterizzate dalla presenza di balconi in calcestruzzo armato che, con soletta strutturale spessa 28 cm e parapetti pieni di altezza pari a 130 cm, sporgono in modo irregolare su tutti e quattro i lati degli edifici, con un aggetto di 3,25 metri. Lo sfasamento dei balconi, oltre a conferire dinamicità al profilo del Bosco, consente l’insediamento di alberi alti fino a nove metri.

AMAZING MILANO ❤️

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: