Vai al contenuto

A Milano i casi sommersi sono moltissimi, allerta.

Moltissimi medici di base hanno denunciato una grandissima presenza di casi di Covid-19 al di fuori di quelli dichiarati ufficialmente.

Al corriere.it hanno parlato 2 medici di base, uno di Lambrate, l’altro della zona di San Siro, hanno testimoniato che molti pazienti che non hanno avuto crisi respiratorie gravi al punto di dovere essere ricoverati, hanno comunque mostrato tutti i sintomi tipici del virus. Questi pazienti sono restati nelle loro case, probabilmente hanno contagiato anche dei loro familiari.

Alcuni si sono recati in Svizzera, dove pagando hanno potuto fare il tampone, sono poi risultati positivi al coronavirus.

Questi casi sommersi ci sono anche perché il servizio sanitario, quasi a livelli di collasso, non potrebbe occuparsene.

Il corriere continua con un’intervista all’infettivologo Galli del Sacco, che propone l’apertura di laboratori per tamponi, “sarebbe opportuno prendere in considerazione questa possibilità per la città di Milano” ha dichiarato.

È importante il nostro isolamento, più stiamo in casa più lo sconfiggiamo questo virus! Teniamo duro!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: