Vai al contenuto

New York chiude tutto, tutti i lavoratori a casa

New York chiude tutto. Il Governatore Andrew Cuomo, oggi venerdì 20 marzo, ha emesso un’ordinanza con misure drastiche. Come ci informa repubblica.it, a partire da domani sera, sabato 21, i 19 milioni di cittadini della Grande Mela dovranno stare a casa fino a nuovo ordine. Consentiti solo gli spostamenti per fare la spesa. Cuomo ha ordinato anche la serrata di tutte le attività produttive e commerciali «non essenziali». Sono esclusi i negozi di alimentari e le farmacie. Divieti particolarmente severi per gli anziani, che potranno uscire solo brevemente e indossando la maschera protettiva.

Sempre repubblica.it riporta anche quanto segue: i casi positivi solo a New York sono oltre 4 mila, circa un terzo del totale registrato nell’intero Paese. Gli ospedali si stanno attrezzando, liberando spazi per l’ondata di pazienti in arrivo. Sono già 1.250. I medici hanno cominciato a praticare i test: oltre 10 mila nelle ultime 24 ore. Il sindaco Bill de Blasio accusa Donald Trump di «aver abbandonato» New York. Mancano le mascherine per il personale medico, ventilatori e respiratori. Anche il Governatore della California, Gavin Newsom, ha preso un provvedimento analogo: imponendo ai 40 milioni di abitanti di stare a casa. L’amministrazione Trump ha messo in campo il Pentagono. Il Dipartimento di Stato sconsiglia agli americani qualsiasi viaggio all’estero. Chiuse anche le frontiere con Messico e Canada.

Fonte repubblica.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: